No Colour

love handmade fashion blog_barbara valentina grimaldi_fashion blogger_underwear_intimissimi_mario iovinella
 Underwear Intimissimi pic by Mario Iovinella

E se ci fossimo sbagliati? Se avessimo preso una pessima decisione? se fosse tutto da rifare avremmo il coraggio di fare erase and rewind? Ultimamente ho sempre la sensazione di vivere di facili entusiasmi che si spengono presto. Forse sto vivendo un momento di eccessivo amore per il cambiamento. Finisco con l’essere ovunque e in nessun luogo, interessata a tutto e a niente. Mi piace quello che faccio ma potrei fare anche altro, mi piaci tu ma non sento le farfalle nello stomaco. Tutto è effettivamente bello e giusto ma anche niente di che. Nel frattempo evolvo. Pare proprio che sia questo il segreto del successo o quanto meno della sopravvivenza: l’adattamento, la capacità d reinventarsi, di risorgere dalle ceneri come provette fenici e di fare dei nostri peggiori errori una leva per tirare su un nuovo universo.  Insomma nel perdere tutto c’è il concetto di perdita ma anche la possibilità di una pagina bianca, di un nuovo inizio che solo uno stupido non saprebbe sfruttare a suo vantaggio. Oggi nei miei giri da nerd su Twitter mi è capitato di leggere un po’ di articoli interessati su Internazionale. Il primo sosteneva che bisogna avere moltissime prime idee. Vi sembrerà strano detto così ma ha effettivamente un senso. Quante prime idee, quante bozze di progetto vi siete trovati a scartare? soltanto un pensiero sedimentato e maturato può effettivamente essere vincente quindi effettivamente bisogna pensare tanto, mettere davanti a se stessi una quantità di possibilità che ci lasci il lusso di scegliere tra un numero cospicuo quella più valida. Il secondo articolo faceva riferimento al peso che spesso esercita su di noi l’esperienza. Pare che non sia sempre un vantaggio avere delle nozioni pregresse ma anzi che nella maggior parte dei casi questo risulti un limite, una sorta di strada obbligata che ci impedisce di vedere le scorciatoie che si nascondono dietro un’abitudine valida ma meno geniale. L’ultimo articolo invece faceva riferimento alla creatività. La creatività muore di fronte all’abitudine, per essere creativi bisogna vivere lontano dalle responsabilità, i grandi pensieri nascono quando ci sentiamo liberi nel senso più assoluto. Bene tutta questa sorta di rassegna stampa per dirvi che credo fermamente nel fatto che questi tre pensieri siano assolutamente giusti. Abbiamo una serie di tool potentissimi al nostro servizio che sono del tutto gratuiti. Abbiamo la possibilità di essere coraggiosi e obiettivi. Il coraggio vi servirà quando capirete di aver dedicato del tempo a qualcosa che non funziona e dovrete trovare la forza dentro di voi di abbandonarla, di alleggerirvi del peso di qualcosa che non vi appartiene nonostante tutto. Vi servirà essere obiettivi per guardare voi stessi dall’esterno e fare un’analisi, capire quali sono i punti deboli e quali quelli di forza. Vi servirà essere obiettivi per capire quando sarà il momento di fare dei sacrifici e quando invece dovrete seguire quello che vi fa stare bene. In entrambi i casi datevi dei tempi entro cui qualsiasi scelta debba darvi dei risultati. Non si può pretendere da se stessi di essere sotto pressione ad infinito e nemmeno di inseguire il sogno oltre l’arcobaleno per sempre. Qualsiasi cosa scegliate che sia sensata. Siate sempre creativi, abbiate idee, avvaletevi della ricerca e del piacere della scoperta. Le prime idee posso essere raw all’inizio ma sono la possibilità di un nuovo inizio. Avvaletevi della vostra esperienza per non ripetere degli errori, per tenervi stretti i vostri pezzi di ricordi, per avere delle radici ben salde ma sappiate avere sempre anche la freschezza di uno sguardo nuovo, anche ingenuo se serve. Non fate l’errore di voler sempre dimostrare di essere i più cool, a volte il vostro lato migliore si nasconde dietro la confusione, il domandare cos’è. Per fare questo liberatevi dal peso delle responsabilità, ritagliatevi degli spazi d’azione che siano vostri e vostri soltanto dove sentirvi liberi da ogni tipo di influenza. Ed infine se fosse tutto sbagliato siate coraggiosi e, se serve, ricominciate d’accapo, mandate tutto a quel paese. Siate inesauribili.

LOVE

Facebook // Instagram // Twitter // Google+

23 Comments

  1. cristiano curti
    November 18, 2014 / 3:50 pm

    Per quel che conta ti faccio i complimenti. Mi ritrovo, come pensiero, in ciò che condividi. Non penso che, in un’esperienza, qualunque sia il risultato finale, ci sia dei tempo perso, perché comunque sia andata, ha dato risposte. Il tempo perso risiede nel non fare, nel seguire o meno la massa. La freschezza non sta nel voler essere diversi, nel distinguersi, ma nell’essere se stessi, a prescindere da cosa si aspettano gli altri da noi. Essere presenti adesso, vivere il momento, non come se fosse l’ultimo, ma viverlo perché è ciò che abbiamo. Il futuro, una parola spesso legata solo all’incertezza, il passato, sono solo ricordi e esperienze. Se abbiamo sbagliato? Sicuramente abbiamo sbagliato. La domanda è “ho voglia di vivere il momento?” se si allora ogni strada è ancora aperta. Ciao Barbara e buona giornata serata, o meglio, buon presente

  2. November 18, 2014 / 4:32 pm

    mi ritrovo spesso nelle tue parole, sei stupenda nella foto!

  3. November 18, 2014 / 6:32 pm

    Approvo in pieno le tue parole, bisogna sempre chiudere una porta per aprire un portone!
    Fabrizia – Cosa Mi Metto???

  4. MonicaAmenduni
    November 18, 2014 / 6:48 pm

    Sei davvero stupenda e non serve aggiungere altro, tranne che sei anche bravissima a scrivere (:

  5. November 18, 2014 / 7:54 pm

    “se fosse tutto sbagliato siate coraggiosi e, se serve, ricominciate d’accapo, mandate tutto a quel paese. Siate inesauribili.” Quanto mi piace perdermi nelle tue parole 🙂

    PS Bellissima nella foto!

  6. November 18, 2014 / 10:17 pm

    io te lo ripeterò all infinito: tu sei troppo bella *__* e poi adoro i tuoi testi scritti <3

  7. November 19, 2014 / 4:27 pm

    ciao Barbara,
    L’evoluzione è fondamentale, senza, non ci sarebbe il progresso ne la crescita personale di ognuno di noi !!!
    in ogni modo sono pienamente daccordo con te.
    In questo evento a cui ho partecipato sabato c’è un nuovo brand di abbigliamento, “MANOSPORCA” mi piacerebbe sapere cosa ne pensi.
    a presto!!!
    http://justnaturaltouch.com/

  8. alessia
    November 19, 2014 / 8:45 pm

    ma che scatto splendido cara!

  9. November 20, 2014 / 9:20 am

    Intanto che bella la grafica nuova, complimenti!!
    Adoro come scrivi e tu sei splendida in quella foto
    Kiss
    TatiLovesPearls.com

  10. November 20, 2014 / 3:40 pm

    In questi giorni sto proprio ragionando su alcuni cambiamenti che vorrei tanto apportare alla mia vita quindi mi ritrovo moltissimo nelle tue considerazioni… bellissimo post 🙂

    The Princess Vanilla

  11. November 20, 2014 / 8:38 pm

    reinventarsi….alle volte più facile e dirsi che a farsi…

  12. November 25, 2014 / 12:28 am

    Come ti capisco…. ? “se fosse tutto da rifare avremmo il coraggio di fare erase and rewind? Ultimamente ho sempre la sensazione di vivere di facili entusiasmi che si spengono presto. Forse sto vivendo un momento di eccessivo amore per il cambiamento. Finisco con l’essere ovunque e in nessun luogo, interessata a tutto e a niente. Mi piace quello che faccio ma potrei fare anche altro, mi piaci tu ma non sento le farfalle nello stomaco. ” potrebbero essere le mie parole

Leave a Reply